Car* collegh*,

siamo all’inizio di una consiliatura, abbiamo davanti a noi quattro anni per lavorare insieme e lo faremo con dedizione e determinazione, lavorando con e per la comunità professionale e con l’equilibrio necessario per un confronto costruttivo all’interno del gruppo de* consiglier* appena elett*.

Immagino che dinamiche e logiche di un Consiglio possano risultare incomprensibili a chi interpreta gli accadimenti dall’esterno e basandosi su notizie che trapelano parzialmente e possono risultare confondenti e fuorvianti, non sarebbe di certo opportuno e sostenibile condividere tutto, ossia posizioni, pensieri, tensioni, opposizione, accordi e disaccordi.

Siamo chiamat* ad agire in nome e per conto della comunità professionale, ad agire assumendoci la responsabilità di ogni pensiero ed azione, solo i risultati potranno favorire una lettura obiettiva e matura delle scelte fatte.

Sono ottimista e credo sinceramente che questo Consiglio saprà trovare un nuovo equilibrio e riuscire a canalizzare risorse, energie e competenze al fine di garantire un rafforzamento dell’identità professionale, un giusto riconoscimento del ruolo strategico che ora più che mai ricopriamo e a favorire un giusto riconoscimento nei diversi ambiti di intervento della nostra professione.

La campagna elettorale è terminata, lasciamo ora spazio al lavoro di una squadra che sta affrontando un momento delicato ma che certamente riuscirà ad esprimere forza e coesione, nonostante le difficoltà e le divergenze inizialmente emerse.

È la mia prima consiliatura, ma ho a lungo collaborato con l’Ordine e da sempre sono impegnata in azioni a favore della comunità professionale, ho quindi deciso di proseguire il percorso da me iniziato ormai molti anni fa e adoperarmi affinché dinamiche sfavorevoli alla buona riuscita di un gruppo di professionisti possano lasciare spazio a spirito di collaborazione e azioni concrete con e per l’intera comunità professionale.

Non so dirvi ora se le scelte fatte sono le migliori, ma ho agito in coerenza con i principi ed i valori della professione che ho scelto e che amo, certa che possano essere sempre la bussola che orienta ogni nostra azione, scevra da condizionamenti, consuetudini e tradizioni che potrebbero non corrispondere a ciò che ritengo migliore per la buona riuscita di un progetto. C’è un pensiero dietro ogni mia azione, non è e non sarà mai contro qualcosa o qualcuno, ma potrebbe non accontentare tutti, almeno per ora, per questo non me ne vogliate, sarà necessario fidarsi del gruppo ricco ed eterogeneo di consiglier* che avete scelto, che avete voluto al timone di questa barca.

Le tempeste lasceranno presto spazio al sereno, ne sono certa, dobbiamo avere fiducia e lavorare con serietà e costanza.

A presto!

La Vostra Presidente

Laura Paradiso

 

 

Ultima modifica il 30 Maggio 2021