Il DPR 7 agosto 2012, n. 137 ha disposto una riforma sostanziale della funzione disciplinare in capo agli Ordini professionali, in quanto ha sancito la divisione tra funzione amministrativa, che rimane ai Consigli Regionali dell’Ordine, e quella disciplinare, che va affidata ai Consigli Territoriali di Disciplina (CTD).

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali, in attuazione dell’art. 8, commi 7 e 8, del DPR 137/2012, nonché dell’art. 3, comma 5, lettera f), del Decreto Legge 13 agosto 2011, n. 138, ha provveduto in data 22 giugno 2013 ad approvare definitivamente il Regolamento istitutivo dei Consigli Regionali di Disciplina che è entrato in vigore il 1° novembre 2013.

Con nota del 18 giugno 2014 il Presidente del Tribunale Ordinario di Roma ha nominato i 15 componenti del Consiglio Territoriale di Disciplina dell’Ordine degli Assistenti Sociali del Lazio, scegliendoli tra trenta nominativi selezionati dal CROAS Lazio.

In data 23 Settembre 2014 si è insediato il Consiglio Territoriale di Disciplina dell’Ordine degli Assistenti Sociali del Lazio.

Con l’istituzione di tale organismo le funzioni disciplinari, prima esercitate dal CROAS Lazio attraverso il lavoro della Commissione Deontologica Disciplinare, vengono ora attribuite al Consiglio Territoriale di Disciplina.

Contestualmente entra in vigore il nuovo Regolamento per il funzionamento del Procedimento Disciplinare Locale, approvato dal CNOAS con Delibera n. 175 del 15 novembre 2013 (con decorrenza dal 1° gennaio 2014), modificato con Delibera n. 162 del 30 giugno 2015 e con Delibera n. 108 del 17 giugno 2017 (con decorrenza dal 1° gennaio 2018).

Nella seduta di insediamento sono nominati i Collegi di Disciplina che hanno compiti di apertura, istruzione e decisione dei procedimenti disciplinari.

 

Informativa privacy per gli utenti del Consiglio e dei Collegi di Disciplina

Ultima modifica il 4 Maggio 2021