Su questo sito usiamo i cookies. Proseguendo la navigazione accetti il loro utilizzo.

Consiglio Regionale Ordine Assistenti Sociali Lazio

Area Iscritti

News

 
 
11.09 - Welforum.it nasce il nuovo strumento informativo, divulgativo, di approfondimento scientifico e di confronto sulle politiche sociali a livello nazionale e regionale E’ possibile iscriversi alla newsletter quindicinale Welforum Informa:
 

Tutte le news

Spazio 5 x mille

Cerca

Il Consigli regionale del Lazio è competente per gli eventi formativi che si svolgono esclusivamente nel territorio regionale, mentre se ripetuto in più sedi nazionali come a Roma, Firenze, Bologna ecc. l'accreditamento deve essere inviato al Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Assistenti

Possono richiedere il riconoscimento dei crediti formativi da attribuire agli eventi a cui è prevista la partecipazione di assistenti socialigli organismi autorizzati (art. 6 del Regolamento per la formazione continua degli assistenti sociali) e gli organismi convenzionaticon l'ordine Regionale e /o Nazionale.

I soggetti autorizzati/convenzionati devono inoltrare domanda per il riconoscimento dei crediti formativi da attribuire agli eventi formativi che intendono realizzare, esclusivamente mediante l’utilizzo della piattaforma informatica.

L’istanza per il riconoscimento dell’accreditamento dell’evento formativo deve pervenire al CROAS almeno 45 giorni primadell’evento stesso, corredata dalla seguente documentazione:

  • programma dettagliato indicante le date, il luogo, la sede e gli orari di svolgimento dell’attività formativa;

  • i curricula aggiornati e firmati dei relatori/docenti;

  • l’autocertificazione sulla conformità alle norme sulla sicurezza e sulla accessibilità.

Il Consiglio potrà prendere in considerazione richieste pervenute oltre i termini, ma si ricorda agli enti autorizzati che in nessun caso potranno considerare l'evento valido ai fini della formazione continua degli assistenti sociali senza un'esplicita confermadell'avvenuto accreditamento dell'evento, infatti in assensa  dello stessa  il sistema automatico di rilevazioni presenze non funziona correttamente.

Per gli eventi che danno luogo alla maturazione di crediti deontologici si richiede dettaglio dei contenuti con abstract delle relazioni.

Il Consiglio regionale può richiedere, ove necessario, informazioni o documentazione integrativa. Ove i chiarimenti non siano forniti e la documentazione integrativa richiesta non sia depositata entro il termine di giorni 30 dalla richiesta, il Consiglio regionale non attribuisce crediti formativi . Il Consiglio regionale si pronuncia sulla domanda di accreditamento con decisione motivata entro 60 giorni dalla data di ricevimento della domanda o della documentazione integrativa richiesta In caso di silenzio protratto oltre sessanta giorni dalla data del ricevimento della domanda, il riconoscimento si intende concesso. In questo caso il numero di crediti corrisponde al numero delle ore di durata dell’evento.

L'unità di misura della formazione continua è il credito formativo che corrisponde ad 1 ora di attività formativa. Saranno escluse dal conteggio le parti non strettamente didattiche, le fasi di presentazione del corso e le verifiche dell'apprendimento se previste

L’ente organizzatore rilascerà ai partecipanti che hanno frequentato per almeno l’80% delle ore previste un attestato di partecipazione.

A decorrere dal 1° gennaio 2017, si utilizza il sistema informatico di rilevazione delle presenze, attraverso l’utilizzo della tessera sanitaria. Tale modalità è obbligatoria per gli enti autorizzati dal Consiglio nazionale

- Accreditamento Eventi di Organismi Autorizzati e convenzionati

 


 

POSSIBILITA' DI  STIPULARE CONVENZIONI CON L'ORDINE PER LA FORMAZIONE CONTINUA

Il regolamento per la formazione continua prevede che possono essere attribuiti crediti, oltre ad eventi di organismi autorizzati, a eventi organizzati in collaborazione con l'Ordine.

ll Consiglio regionale è disponibile - ad attivare convenzioni con enti pubblici o privati che svolgono formazione per i loro dipendenti e con enti di particolare rilevanza nel settore che promuovono formazione gratuita.


Il legale rappresentante dell' organismo interessato o suo delegato può inviare richiesta alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Clicca qui per leggere la Bozza della Convenzione.

 


 

POSSIBILITA' DI STIPULARE PROTOCOLLI D'INTESA

Il regolamento per la formazione continua prevede che possono essere attribuiti crediti, oltre ad eventi di organismi autorizzati, a eventi organizzati in collaborazione con l'Ordine.
 
A norma del nuovo Regolamento e delle linee guida del Consiglio Nazionale Il Consiglio regionale può operare in in convenzione e/o cooperazione con altri soggetti pubblici o privati. "Tali accordi riguardano esclusivamente gli enti pubblici ed i soggetti privati, con sede legale nel territorio regionale di competenza, che non hanno tutti i requisiti per richiedere l’autorizzazione. I soggetti richiedenti una convenzione/cooperazione ad un Consiglio regionale devono dichiarare di non avere altri accordi in essere con alcun altro CROAS."
 
Il Consiglio ha deliberato di essere disponibile a stipulare un protocollo d’intesa su singolo evento, nei seguenti casi:

- qualora valuti positivamente eventi che coinvolgono più professionalità e che, alla luce della rilevanza dello stesso, il consiglio ritenga opportuno prevedere forme di collaborazione; in tal caso, il legale rappresentante dell’organismo, o suo delegato, deve farne richiesta almeno 45 giorni prima, presentando un programma seppur in via di definizione; la data e il luogo dell’evento devono già essere stati fissati; l’evento deve essere a titolo gratuito o con mero rimborso spese;

- qualora valuti positivamente eventi organizzati da Enti pubblici o per conto di Enti pubblici o da organismi per i propri dipendenti; in tal caso il legale rappresentante dell'organismo o suo delegato deve farne richiesta almeno 45 giorni prima presentando un programma seppur in via di definizione, gli eventi devono essere totalmente gratuiti per i partecipanti.

Infine per tematiche ritenute di interesse specifico per la professione l'ordine può prevedere collaborazioni con organismi anche di piccole dimensioni, l'organizzazione degli eventi deve essere congiunta e il consiglio delegherà uno o più consiglieri a far parte della segreteria scientifica dell'evento stesso; in tal caso il legale rappresentante dell'organismo o suo delegato potrà fare richiesta di collaborazione all'ordine, indicando la materia che ritiene di voler approfondire congiuntamente. La tempistica dell'evento sarà in questo caso concordata

Nel piano formativo 2017 il consiglio ha individuato le seguenti tematiche in base alla conoscenza delle esigenze formative degli iscritti e alle priorità individuate:

a. supervisione professionale,
b. servizio sociale e migranti,
c. servizio sociale e lavoro di comunità,
d. servizio sociale e rischio professionale (burn out, violenza, etc),
e. servizio sociale, grave emarginazione e povertà,
f. servizio sociale ed inserimento lavorativo di persone con fragilità,
g. servizio sociale e il rapporto con le Autorità Giudiziarie.
come previsto nel piano formativo

Pertanto si suggerisce al legale rappresentante dell'organismo interessato o suo delegato di inserire nella mail in cui esprime la volontà di collaborare con l'ordine su una delle tematiche indicate le specifiche competetenze acquisite in quell'area. La proposta verrà discussa in consiglio, nella possibilità di approvarla concorrerà anche la valutazione degli impegni pregressi del Consiglio.

 

 


 

ACCREDITAMENTO DI ATTIVITA' SUL CAMPO

In base al Regolamento e alle linee guida in vigore dal 1 gennaio 2017 per la Formazione sul campo la domanda da parte del soggetto attuatore deve pervenire al Consiglio regionale almeno 90 giorni prima dell'avvio.

Lo svolgimento della formazione sul campo deve necessariamente avere la preventiva autorizzazione del Consiglio regionale che dovrà pronunciarsi entro 60 giorni dalla presentazione.

Il progetto di formazione sul campo prevede i seguenti elementi caratterizzanti:

1. Obiettivi di apprendimento
- Acquisizione di competenze:
- tecniche
- organizzative
- relazionali/comportamentali
- altro

2. Setting di apprendimento:
- operativo (all'interno del proprio servizio)
- extra operativo (gruppi di ricerca, gruppi multiprofessionali e interistituzionali)

3. Attività

3a. Attività proposta:
- osservativa
- esercitativa
- esecutiva-operativa
- elaborativa, di studio e ricerca

3b Tempo dedicato:
- ore
- giornate
- settimane
- mesi

3c data di formazione sul campo: data inizio e data di fine progetto

4. Sistema di valutazione

4a – autovalutazione - valutazione tra pari

4b Oggetto della valutazione ( in relazione all'obiettivo di apprendimento)
- competenze, capacità, abilità acquisite
- risultato operativo: report, buone prassi, ricerca

4c metodo di valutazione
- Questionario
- Focus Group
- Altro

Appena possibile verrà inserito un apposito format.

Le linee guida indicano come attività sul campo:
- Gruppi di studio, di miglioramento, audit (progetti di almeno 2 mesi o con minimo di 4 incontri)
- Progetti di ricerca di almeno 6 mesi
- Elaborazione di buone prassi o di protocolli interistituzionali e multiprofessionali