Consiglio Regionale Ordine Assistenti Sociali Lazio

L'assistente sociale può usare il titolo di dottore? - La risposta del CNOAS

Ordine Assistenti Sociali Lazio ORDINE
ASSISTENTI
SOCIALI

Consiglio Nazionale

 

 

Roma, 15 giugno 2011

 

Prot. n. 1683/2011

 

Alla D.ssa Giovanna Sammarco

Presidente

 

Al Dott. Marco Bielloni

Consigliere Segretario

 

Consiglio Regionale

Ordine Assistenti Sociali

Regione Lazio

 

e, p.c. Alla D.ssa. Maria Luisa Erculei

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

LORO SEDI

 

 

OGGETTO: Richiesta informazioni sul “titolo di dottore”.

 

 

In riscontro alla Vs. nota n. 01222/2011 del 7 giugno u.s., avente per oggetto "quesito in ordine all’attribuzione del titolo di Dottore", si premette quanto segue.

 

I titoli accademici sono regolamentati ai sensi dell’art. 13 del Decreto 22 ottobre 2004 n. 270, comma 7 come segue:

"a coloro che hanno conseguito, in base agli ordinamenti didattici di cui al comma 1, la laurea, la laurea magistrale o specialistica e il dottorato di ricerca, competono, rispettivamente, le qualifiche accademiche di dottore, dottore magistrale e dottore di ricerca. La qualifica di dottore magistrale compete, altresì, a coloro i quali hanno conseguito la laurea secondo gli ordinamenti didattici previgenti al decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 507”;

e come successivamente modificato dall’art. 17 della Legge n. 240/2010, comma 2: “(equipollenze)

  1. i diplomi delle scuole dirette a fini speciali istituite ai sensi del DPR 10 marzo 1982. n. 162 riconosciuti al termine di un corso di durata triennale, e i diplomi universitari istituti ai sensi della legge 19 novembre 1990, n. 341, purchè della medesima durata, sono equipollenti alle lauree di cui all’art. 3, comma 1, lettera a) del regolamento di cui al decreto del Ministero dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509.
  2. ai diplomati di cui al comma 1 compete la qualifica accademica di "dottore2 prevista per i laureati di cui all’art. 13, comma 7, del decreto del Ministero dell'Istruzione, dell'università e della ricerca 22 ottobre 2004, n. 270.

 

Tutto ciò premesso, ne consegue, in riscontro ai Vostri quesiti che:

 

a) il titolo di "dottore2 compete alle fattispecie già elencate nella Vs. nota ai punti 1,2,3,4. L’ iscrizione all’albo professionale di per sé non consente l’attribuzione all'iscritto del titolo di "dottore" , essendo lo stesso attribuito a seguito di titolo accademico così come specificato nella premessa;

b) non ci risulta vi siano altre fattispecie, previste dalla normativa vigente che consentano l’attestazione del titolo di dottore, se non il riconoscimento della laurea "onoris causa".

 

Nella speranza di essere stati esaurienti, porgiamo i più cordiali saluti.

 

 

 

Il Presidente

Prof. A.S. Edda Samory

 

 

Ordine Assistenti Sociali - Consiglio Nazionale
via del Viminale 43 sc B int 6 - 00184 ROMA
tel. 06 5803425 - fax 06 96708586
www.cnoas.it - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Libro della settimana

Proposte di agevolazione per gli iscritti

Si pubblicano alcune proposte commerciali utili per lo svolgimento della Professione. Tutte le proposte sono riservate esclusivamente agli iscritti all'Albo della Regione Lazio. Coloro che sono interessati a presentare proposte commerciali ai nostri iscritti utili per lo svolgimento della Professione, possono inviare via mail la proposta, il Consiglio Regionale, dopo averne valutata la congruità rispetto alla professione, autorizzerà la pubblicazione sul sito.
- Convenzione Iscritti per corsi di formazione online di informatica di base ed ECDLsssss